Il Libro di Urantia - Fascicolo 24. Le Personalità Superiori : dello Spirito Infinito

(UF-ITA-001-2006-1)

Il Libro di Urantia   

PARTE I: L’Universo Centrale ed I Superuniversi

Fascicolo 24. Le Personalità Superiori : dello Spirito Infinito



Fascicolo 24. Le Personalità Superiori : dello Spirito Infinito

24:0.1 (264.1) SU UVERSA noi dividiamo tutte le personalità e le entità del Creatore Congiunto in tre grandi categorie: le Personalità Superiori dello Spirito Infinito, le Schiere di Messaggeri dello Spazio e gli Spiriti Tutelari del Tempo, quegli esseri spirituali che si occupano d’istruire e di assistere le creature dotate di volontà del piano ascendente di progressione dei mortali.

24:0.2 (264.2) Le Personalità Superiori dello Spirito Infinito che trovano menzione in questa esposizione operano in tutto il grande universo in sette divisioni:

24:0.3 (264.3) 1. Messaggeri Solitari.

24:0.4 (264.4) 2. Supervisori dei Circuiti Universali.

24:0.5 (264.5) 3. Direttori di Censimento.

24:0.6 (264.6) 4. Aiuti Personali dello Spirito Infinito.

24:0.7 (264.7) 5. Ispettori Associati.

24:0.8 (264.8) 6. Sentinelle Incaricate.

24:0.9 (264.9) 7. Guide dei Diplomati.

24:0.10 (264.10) I Messaggeri Solitari, i Supervisori dei Circuiti, i Direttori di Censimento e gli Aiuti Personali sono caratterizzati dal possesso di straordinarie doti d’antigravità. I Messaggeri Solitari non hanno un quartier generale conosciuto; essi circolano nell’universo degli universi. I Supervisori dei Circuiti Universali e i Direttori di Censimento hanno le loro centrali operative nelle capitali dei superuniversi. Gli Aiuti Personali dello Spirito Infinito sono stazionati nell’Isola centrale di Luce. Gli Ispettori Associati e le Sentinelle Incaricate sono stazionati rispettivamente nelle capitali degli universi locali e nelle capitali dei sistemi che li compongono. Le Guide dei Diplomati risiedono nell’universo di Havona ed operano ovunque nel suo miliardo di mondi. La maggior parte di queste personalità superiori ha delle stazioni negli universi locali, ma esse non sono organicamente assegnate all’amministrazione dei regni evoluzionari.

24:0.11 (264.11) Tra le sette classi che compongono questo gruppo, solo i Messaggeri Solitari e forse gli Aiuti Personali percorrono l’universo degli universi. I Messaggeri Solitari s’incontrano a partire dal Paradiso verso l’esterno: passando per i circuiti di Havona fino alle capitali dei superuniversi e da là per tutti i settori e gli universi locali, con le loro suddivisioni, ed anche fino ai mondi abitati. Benché i Messaggeri Solitari appartengano alle Personalità Superiori dello Spirito Infinito, la loro origine, la loro natura ed il loro servizio sono stati trattati nel fascicolo precedente.

1. I Supervisori dei Circuiti Universali

24:1.1 (265.1) Le vaste correnti di potere spaziale ed i circuiti d’energia spirituale possono sembrare operare automaticamente; possono sembrare funzionare senza alcun impedimento, ma non è così. Tutti questi enormi sistemi d’energia sono sotto controllo; sono soggetti ad una supervisione intelligente. I Supervisori dei Circuiti Universali non si occupano dei regni d’energia puramente fisica o materiale — dominio dei Direttori di Potere d’Universo — ma dei circuiti d’energia relativamente spirituale e di quei circuiti modificati che sono essenziali al mantenimento sia degli esseri spirituali altamente sviluppati sia dei tipi morontiali o di transizione delle creature intelligenti. I supervisori non danno origine a circuiti d’energia e di superessenza di divinità, ma in generale hanno a che fare con tutti i circuiti spirituali superiori del tempo e dell’eternità e con tutti i circuiti relativamente spirituali che riguardano l’amministrazione delle parti componenti il grande universo. Essi dirigono e manipolano tutti questi circuiti d’energia spirituale esterni all’Isola del Paradiso.

24:1.2 (265.2) I Supervisori dei Circuiti Universali sono creazione esclusiva dello Spirito Infinito ed operano unicamente come agenti dell’Attore Congiunto. Essi sono personalizzati per servire nei quattro ordini seguenti:

24:1.3 (265.3) 1. Supervisori Supremi dei Circuiti.

24:1.4 (265.4) 2. Supervisori Associati dei Circuiti.

24:1.5 (265.5) 3. Supervisori Secondari dei Circuiti.

24:1.6 (265.6) 4. Supervisori Terziari dei Circuiti.

24:1.7 (265.7) Il numero dei supervisori supremi di Havona e dei supervisori associati dei sette superuniversi è completo; nessun altro membro di questi ordini sarà più creato. I supervisori supremi sono in numero di sette e stazionano sui mondi pilota dei sette circuiti di Havona. I circuiti dei sette superuniversi sono sotto il controllo di un gruppo meraviglioso di sette supervisori associati, che hanno il loro quartier generale sulle sette sfere paradisiache dello Spirito Infinito, i mondi dei Sette Esecutivi Supremi. Da là essi sorvegliano e dirigono i circuiti dei superuniversi dello spazio.

24:1.8 (265.8) Su queste sfere paradisiache dello Spirito i sette supervisori associati dei circuiti ed il primo ordine dei Centri Supremi di Potere effettuano un collegamento che, sotto la direzione degli Esecutivi Supremi, si traduce nella coordinazione subparadisiaca di tutti i circuiti materiali e spirituali in uscita verso i sette superuniversi.

24:1.9 (265.9) Sui mondi capitale di ciascun superuniverso sono stazionati i supervisori secondari per gli universi locali del tempo e dello spazio. I settori maggiori e minori sono divisioni amministrative dei supergoverni, ma non sono coinvolti in queste materie di supervisione dell’energia spirituale. Io non so quanti supervisori secondari dei circuiti vi siano nel grande universo, ma su Uversa ve ne sono 84.691. I supervisori secondari sono creati in continuazione; di tanto in tanto essi appaiono in gruppi di settanta sui mondi degli Esecutivi Supremi. Noi li otteniamo su richiesta via via che predisponiamo dei circuiti separati d’energia spirituale e di potere di collegamento destinati ai nuovi universi in evoluzione di nostra giurisdizione.

24:1.10 (265.10) Un supervisore terziario dei circuiti opera sul mondo capitale di ciascun universo locale. Quest’ordine, come quello dei supervisori secondari, è in creazione continua in gruppi di settecento; essi sono assegnati agli universi locali dagli Antichi dei Giorni.

24:1.11 (266.1) I supervisori dei circuiti sono creati per i loro compiti specifici e servono eternamente nei gruppi ai quali sono stati originariamente assegnati. Essi non vengono avvicendati nel loro servizio e compiono quindi uno studio lunghissimo dei problemi incontrati nei regni in cui sono stati in origine incaricati. Per esempio: il supervisore terziario dei circuiti n. 572.842 ha operato su Salvington fin dall’iniziale concezione del vostro universo locale ed è membro del gruppo personale di Micael di Nebadon.

24:1.12 (266.2) Sia che agiscano negli universi locali o negli universi superiori, i supervisori dei circuiti dirigono tutto ciò che concerne i circuiti adatti da impiegare per la trasmissione di tutti i messaggi spirituali e per il transito di tutte le personalità. Nel loro lavoro di supervisione dei circuiti questi esseri efficienti utilizzano tutti i dispositivi, tutte le forze e le personalità dell’universo degli universi. Essi impiegano le “alte personalità spirituali di controllo dei circuiti” non rivelate e sono abilmente assistiti da numerosi gruppi composti da personalità dello Spirito Infinito. Sono loro che isolerebbero un mondo evoluzionario se il suo Principe Planetario si ribellasse contro il Padre Universale ed il suo Figlio vicegerente. Essi sono in grado di escludere qualsiasi mondo da certi circuiti universali di ordine spirituale superiore, ma non possono annullare le correnti materiali dei direttori di potere.

24:1.13 (266.3) I Supervisori dei Circuiti Universali hanno con i circuiti spirituali una relazione pressoché simile a quella che i Direttori di Potere d’Universo hanno con i circuiti materiali. Questi due ordini sono complementari, poiché assicurano insieme la sorveglianza di tutti i circuiti spirituali e materiali che sono controllabili e manipolabili da creature.

24:1.14 (266.4) I supervisori dei circuiti esercitano una certa sorveglianza sui circuiti mentali associati allo spirito, così come i direttori di potere hanno una certa giurisdizione sulle fasi della mente associate all’energia fisica — la mente meccanica. In generale le funzioni di ogni ordine sono accresciute dal collegamento con l’altro ordine, ma i circuiti di mente pura non sono soggetti alla supervisione di nessuno dei due. Né i due ordini sono coordinati; in tutti i loro molteplici compiti i Supervisori dei Circuiti Universali sono sottomessi ai Sette Direttori Supremi di Potere e ai loro subordinati.

24:1.15 (266.5) Benché i supervisori di circuiti siano del tutto simili all’interno dei loro rispettivi ordini, sono tutti degli individui distinti. Essi sono esseri veramente personali, ma posseggono un tipo di personalità, diversa da quella conferita dal Padre, che non s’incontra in nessun altro tipo di creatura in tutta l’esistenza universale.

24:1.16 (266.6) Anche se li riconoscerete e li conoscerete nel corso del vostro viaggio verso l’interno in direzione del Paradiso, voi non avrete relazioni personali con loro. Essi sono supervisori di circuiti e si occupano esclusivamente ed efficacemente del loro servizio. Trattano unicamente con le personalità ed entità che sorvegliano le attività concernenti i circuiti soggetti alla loro supervisione.

2. I Direttori di Censimento

24:2.1 (266.7) Anche se la mente cosmica dell’Intelligenza Universale conosce la presenza ed il luogo di soggiorno di tutte le creature pensanti, nell’universo degli universi opera un metodo indipendente per censire tutte le creature dotate di volontà.

24:2.2 (266.8) I Direttori di Censimento sono una creazione speciale e completa dello Spirito Infinito, ed esistono in numero a noi sconosciuto. Essi sono creati in modo da essere in grado di mantenere una sincronia perfetta con la tecnica di rifletti vità dei superuniversi, mentre allo stesso tempo sono personalmente ricettivi e sensibili alla volontà intelligente. Questi direttori, per mezzo di una tecnica non del tutto compresa, sono immediatamente informati della nascita di una volontà in qualunque parte del grande universo. Essi sono quindi sempre competenti per indicarci il numero, la natura e la posizione di tutte le creature dotate di volontà in qualsiasi parte della creazione centrale e dei sette superuniversi. Ma essi non operano in Paradiso; là non c’è bisogno di loro. In Paradiso la conoscenza è innata; le Deità conoscono tutte le cose.

24:2.3 (267.1) In Havona operano sette Direttori di Censimento; ne staziona uno sul mondo pilota di ogni circuito di Havona. Eccettuati questi sette e le riserve del loro ordine sui mondi paradisiaci dello Spirito, tutti i Direttori di Censimento operano sotto la giurisdizione degli Antichi dei Giorni.

24:2.4 (267.2) Un Direttore di Censimento presiede nella capitale di ogni superuniverso, e subordinati a questo direttore generale ve ne sono migliaia e migliaia, uno nella capitale di ciascun universo locale. Tutte le personalità di quest’ordine sono uguali, eccetto quelle che sono sui mondi pilota di Havona ed i sette capi che sono nei superuniversi.

24:2.5 (267.3) Nel settimo superuniverso vi sono centomila Direttori di Censimento. E questo numero è interamente costituito da quelli che sono assegnabili agli universi locali; esso non comprende il gruppo personale di Usatia, il capo superuniversale di tutti i direttori di Orvonton. Usatia, come gli altri capi superuniversali, non è direttamente sincronizzato con la registrazione della volontà intelligente. Egli è sincronizzato solo con i suoi subordinati che stazionano negli universi di Orvonton; agisce perciò da stupenda personalità totalizzatrice dei loro rapporti che giungono dalle capitali delle creazioni locali.

24:2.6 (267.4) Di tanto in tanto gli archivisti ufficiali di Uversa iscrivono nei loro annali la situazione del superuniverso quale risulta dalle registrazioni nella e sulla personalità di Usatia. Questi dati di censimento sono propri dei superuniversi; tali resoconti non sono trasmessi né ad Havona né al Paradiso.

24:2.7 (267.5) I Direttori di Censimento s’interessano degli esseri umani — come di altre creature dotate di volontà — unicamente per registrare il fatto che la volontà funziona. Essi non si occupano della storia della vostra vita e dei suoi atti; non sono in alcun senso delle personalità registratrici. Il Direttore di Censimento di Nebadon, numero 81.412 di Orvonton, attualmente stazionato su Salvington, è in questo stesso momento personalmente cosciente ed informato della vostra presenza vivente qui su Urantia; ed egli fornirà agli archivi la conferma della vostra morte nel momento in cui cesserete di funzionare come creature dotate di volontà.

24:2.8 (267.6) I Direttori di Censimento registrano l’esistenza di una nuova creatura dotata di volontà quando viene compiuto il primo atto di volontà; essi segnalano la morte di una creatura dotata di volontà quando si verifica l’ultimo atto di volontà. L’emergere parziale della volontà osservato nelle reazioni di certi animali superiori non appartiene alla sfera d’azione dei Direttori di Censimento. Essi tengono conto soltanto delle creature autenticamente dotate di volontà e rispondono solo al funzionamento della volizione. In quale modo preciso essi registrino il funzionamento della volontà, noi non lo sappiamo.

24:2.9 (267.7) Questi esseri sono sempre stati e saranno sempre Direttori di Censimento. Essi sarebbero relativamente inutili in qualsiasi altra categoria di lavoro nell’universo. Ma nella loro funzione essi sono infallibili; non sbagliano mai, né falsificano. E malgrado i loro poteri meravigliosi e le loro prerogative incredibili essi sono delle persone; hanno una presenza ed una forma spirituale riconoscibili.

3. Gli Aiuti Personali dello Spirito Infinito

24:3.1 (268.1) Noi non abbiamo alcuna conoscenza certa circa il tempo od il modo in cui sono stati creati gli Aiuti Personali. Il loro numero deve essere una legione, ma non è registrato su Uversa. Da deduzioni prudenti basate sulla nostra conoscenza del loro lavoro, io mi azzardo a stimare che il loro numero raggiunga le migliaia di miliardi. Noi siamo dell’opinione che lo Spirito Infinito non sia limitato da questioni di numero nella creazione di questi Aiuti Personali.

24:3.2 (268.2) Gli Aiuti Personali dello Spirito Infinito esistono per l’esclusiva assistenza della presenza paradisiaca della Terza Persona della Deità. Benché direttamente assegnati allo Spirito Infinito e residenti in Paradiso, essi sfrecciano come lampi avanti e indietro fino alle parti più lontane della creazione. Ovunque si estendano i circuiti del Creatore Congiunto, là questi Aiuti Personali possono apparire allo scopo di eseguire gli ordini dello Spirito Infinito. Essi attraversano lo spazio come fanno i Messaggeri Solitari, ma non sono persone nel senso in cui lo sono i messaggeri.

24:3.3 (268.3) Gli Aiuti Personali sono tutti uguali e identici; essi non rivelano alcuna differenziazione d’individualità. Benché l’Attore Congiunto li consideri come vere personalità, è difficile per gli altri considerarli come persone reali; essi non manifestano una presenza spirituale agli altri esseri spirituali. Gli esseri originari del Paradiso sono sempre coscienti della vicinanza di questi Aiuti, ma noi non riconosciamo una presenza di personalità. L’assenza di una tale forma di presenza li rende indubbiamente oltremodo utilizzabili dalla Terza Persona della Deità.

24:3.4 (268.4) Tra tutti gli ordini rivelati di esseri spirituali che hanno origine nello Spirito Infinito, gli Aiuti Personali sono quasi gli unici che voi non incontrerete nella vostra ascensione verso l’interno per il Paradiso.

4. Gli Ispettori Associati

24:4.1 (268.5) I Sette Esecutivi Supremi sulle sette sfere paradisiache dello Spirito Infinito agiscono collettivamente come consiglio amministrativo dei superdirettori per i sette superuniversi. Gli Ispettori Associati incorporano personalmente l’autorità degli Esecutivi Supremi presso gli universi locali del tempo e dello spazio. Questi osservatori superiori degli affari delle creazioni locali sono i discendenti congiunti dello Spirito Infinito e dei Sette Spiriti Maestri del Paradiso. In un’epoca vicina all’eternità ne furono personalizzati settecentomila ed il loro corpo di riserva risiede in Paradiso.

24:4.2 (268.6) Gli Ispettori Associati lavorano sotto la supervisione diretta dei Sette Esecutivi Supremi e sono i loro potenti rappresentanti personali presso gli universi locali del tempo e dello spazio. Un ispettore staziona sulla sfera capitale di ogni creazione locale ed è strettamente associato all’Unione dei Giorni che vi risiede.

24:4.3 (268.7) Gli Ispettori Associati ricevono rapporti e raccomandazioni solo dalle loro subordinate, le Sentinelle Incaricate, che stazionano sulle capitali dei sistemi locali di mondi abitati, mentre fanno dei rapporti soltanto al loro superiore diretto, l’Esecutivo Supremo del superuniverso interessato.

5. Le Sentinelle Incaricate

24:5.1 (268.8) Le Sentinelle Incaricate sono personalità coordinatrici ed agenti di collegamento dei Sette Esecutivi Supremi. Esse furono personalizzate in Paradiso dallo Spirito Infinito e furono create per gli scopi specifici del loro incarico. Il loro numero è stazionario e ne esistono esattamente sette miliardi.

24:5.2 (269.1) Come un Ispettore Associato rappresenta i Sette Esecutivi Supremi in un intero universo locale, così in ciascuno dei diecimila sistemi di quella creazione locale c’è una Sentinella Incaricata, che agisce come rappresentante diretta del lontano consiglio supremo di supercontrollo degli affari di tutti i sette superuniversi. Le sentinelle in servizio nei governi dei sistemi locali di Orvonton agiscono sotto l’autorità diretta dell’Esecutivo Supremo Numero Sette, il coordinatore del settimo superuniverso. Ma nella loro organizzazione amministrativa tutte le sentinelle incaricate in un universo locale sono subordinate all’Ispettore Associato che staziona nella capitale di quell’universo.

24:5.3 (269.2) All’interno di una creazione locale le Sentinelle Incaricate servono a rotazione, venendo trasferite da sistema a sistema. Esse vengono abitualmente ricambiate ogni millennio del tempo dell’universo locale e sono tra le personalità di grado più elevato stazionate sulla capitale di un sistema; tuttavia non partecipano mai alle deliberazioni concernenti gli affari del sistema. Nei sistemi locali servono come capi di pieno diritto dei ventiquattro amministratori provenienti dai mondi evoluzionari, ma a parte ciò i mortali ascendenti hanno pochi contatti con loro. Le sentinelle sono quasi esclusivamente occupate a tenere l’Ispettore Associato del loro universo pienamente informato su tutte le questioni concernenti il benessere e lo stato dei sistemi ai quali sono assegnate.

24:5.4 (269.3) Le Sentinelle Incaricate e gli Ispettori Associati non rendono conto agli Esecutivi Supremi tramite la capitale di un superuniverso. Essi rispondono solamente all’Esecutivo Supremo del superuniverso interessato; le loro attività sono distinte dall’amministrazione degli Antichi dei Giorni.

24:5.5 (269.4) Gli Esecutivi Supremi, gli Ispettori Associati e le Sentinelle Incaricate, insieme con gli onniafini ed una moltitudine di personalità non rivelate, costituiscono un sistema efficiente, diretto, centralizzato, ma molto esteso, di coordinazione consultiva ed amministrativa di tutto il grande universo di cose e di esseri.

6. Le Guide dei Diplomati

24:6.1 (269.5) Le Guide dei Diplomati, in quanto gruppo, sostengono e dirigono l’università superiore d’istruzione tecnica e di formazione spirituale che è così essenziale affinché i mortali raggiungano la meta delle ere: Dio, il riposo e poi un’eternità di servizio perfezionato. Questi esseri altamente personali traggono il loro nome dalla natura e dallo scopo del loro lavoro. Essi sono esclusivamente consacrati al compito di guidare i mortali diplomati dei superuniversi del tempo nei corsi d’istruzione e di formazione di Havona che servono a preparare i pellegrini ascendenti all’ammissione al Paradiso e al Corpo della Finalità.

24:6.2 (269.6) Non mi è proibito raccontarvi il lavoro di queste Guide dei Diplomati, ma esso è talmente ultraspirituale che io dispero di riuscire a descrivere adeguatamente alla mente materiale un concetto delle loro molteplici attività. Sui mondi delle dimore, quando il vostro campo visivo sarà più esteso e sarete liberati dai vincoli dei confronti materiali, potrete cominciare a comprendere il significato di quelle realtà che “occhio non può vedere né orecchio udire e che non sono mai state concepite dalle menti umane”, ed anche quelle cose che “Dio ha preparato per coloro che amano tali verità eterne”. Voi non sarete sempre così limitati nel raggio del vostro campo visivo e nella vostra comprensione spirituale.

24:6.3 (270.1) Le Guide dei Diplomati sono impegnate a pilotare i pellegrini del tempo attraverso i sette circuiti dei mondi di Havona. La guida che vi riceverà al vostro arrivo sul mondo d’accoglienza del circuito esterno di Havona resterà con voi per tutta la vostra carriera sui circuiti celesti. Anche se vi assocerete con innumerevoli altre personalità durante il vostro soggiorno su un miliardo di mondi, la vostra Guida dei Diplomati vi seguirà sino al termine della vostra progressione in Havona e sarà testimone della vostra entrata nel sonno finale del tempo, il sonno del transito dell’eternità verso la meta del Paradiso, dove al risveglio sarete salutati dal Compagno Paradisiaco incaricato di accogliervi e forse di rimanere con voi fino a quando sarete iniziati come membri del Corpo dei Mortali della Finalità.

24:6.4 (270.2) Il numero delle Guide dei Diplomati supera la capacità di comprensione della mente umana, e continua ad aumentare. La loro origine ha qualcosa di misterioso. Essi non sono esistiti dall’eternità; appaiono misteriosamente quando ce n’è bisogno. In nessuno dei regni dell’universo centrale è fatta menzione di una Guida dei Diplomati prima di quel lontanissimo giorno in cui il primo pellegrino mortale di tutti i tempi raggiunse la cintura esterna della creazione centrale. Nell’istante in cui egli arrivò sul mondo pilota del circuito esterno, fu amichevolmente accolto da Malvorian, la prima delle Guide dei Diplomati ed ora capo del loro consiglio supremo e direttore della loro vasta organizzazione educativa.

24:6.5 (270.3) Negli archivi paradisiaci di Havona, nella sezione denominata “Guide dei Diplomati”, figura questa annotazione iniziale:

24:6.6 (270.4) “E Malvorian, il primo di quest’ordine, accolse ed istruì il pellegrino scopritore di Havona e lo condusse dai circuiti esterni d’esperienza iniziale, passo dopo passo e circuito dopo circuito, fino a che giunse alla presenza stessa della Sorgente e Destino di ogni personalità, dopodiché varcò la soglia dell’eternità che conduce al Paradiso.”

24:6.7 (270.5) In quell’epoca remota io ero addetto al servizio degli Antichi dei Giorni su Uversa, e ci rallegrammo tutti alla certezza che finalmente dei pellegrini provenienti dal nostro superuniverso avessero raggiunto Havona. Per intere epoche ci era stato insegnato che le creature evoluzionarie dello spazio avrebbero raggiunto il Paradiso, ed il più grande fremito di gioia di tutti i tempi percorse le corti celesti quando il primo pellegrino arrivò effettivamente.

24:6.8 (270.6) Il nome di questo pellegrino scopritore di Havona è Grandfanda. Egli proveniva dal pianeta 341 del sistema 84 nella costellazione 62 dell’universo locale 1.131 situato nel superuniverso numero 1. Il suo arrivo fu il segnale per l’istituzione del servizio di trasmissioni dell’universo degli universi. Fino ad allora avevano funzionato solo quelle dei superuniversi e degli universi locali, ma l’annuncio dell’arrivo di Grandfanda ai portali di Havona segnò l’inaugurazione dei “rapporti spaziali di gloria”, così chiamati perché la prima trasmissione universale annunciò l’arrivo in Havona del primo degli esseri evoluzionari a raggiungere l’accesso alla meta dell’esistenza ascendente.

24:6.9 (270.7) Le Guide dei Diplomati non lasciano mai i mondi di Havona; esse sono consacrate al servizio dei pellegrini diplomati del tempo e dello spazio. Un giorno voi incontrerete questi nobili esseri faccia a faccia se non respingerete il piano certo e perfettissimo progettato per assicurare la vostra sopravvivenza e la vostra ascensione.

7. L’origine delle Guide dei Diplomati

24:7.1 (270.8) Benché l’evoluzione non sia la regola dell’universo centrale, noi crediamo che le Guide dei Diplomati siano i membri divenuti perfetti o più sperimentati di un altro ordine di creature dell’universo centrale, i Servitali di Havona. Le Guide dei Diplomati mostrano un tale grado di simpatia ed una tale capacità di comprendere le creature ascendenti che noi siamo convinti che abbiano acquisito questa cultura mediante un servizio effettivo nei regni dei superuniversi come Servitali di Havona di ministero universale. Se questa opinione non è esatta, come possiamo allora spiegare la continua scomparsa dei servitali più anziani e di maggiore esperienza?

24:7.2 (271.1) Un servitale resterà a lungo assente da Havona con destinazione in un superuniverso, dopo aver compiuto precedentemente numerose missioni simili; egli ritornerà alla sua base, gli sarà concesso il privilegio del “contatto personale” con il Fulgore Centrale del Paradiso, sarà abbracciato dalle Persone Luminose e scomparirà dal campo di riconoscibilità dei suoi compagni spirituali per non riapparire mai più tra quelli della sua specie.

24:7.3 (271.2) Al ritorno da un servizio superuniversale, un Servitale di Havona può beneficiare di numerosi abbracci divini ed emergerne semplicemente come servitale eccelso. Ricevere l’abbraccio luminoso non significa necessariamente che il servitale debba trasformarsi in Guida dei Diplomati, ma quasi un quarto di quelli che raggiungono l’abbraccio divino non ritornano mai al servizio dei regni.

24:7.4 (271.3) Negli archivi superiori si trova una successione d’iscrizioni come questa:

24:7.5 (271.4) “Ed il servitale n. 842.842.682.846.782 di Havona, di nome Sudna, ritornò dal servizio superuniversale, fu ricevuto in Paradiso, conobbe il Padre, entrò nell’abbraccio divino e non esiste più.”

24:7.6 (271.5) Quando compare una simile iscrizione negli archivi, la carriera di questo servitale è conclusa. Ma giusto tre istanti dopo (poco meno di tre giorni del vostro tempo) appare “spontaneamente” una nuova Guida dei Diplomati sul circuito esterno dell’universo di Havona. Ed il numero delle Guide dei Diplomati, tenuto conto di una piccola differenza dovuta senza dubbio a quelle in transito, pareggia esattamente il numero di servitali scomparsi.

24:7.7 (271.6) C’è un’altra ragione ancora per supporre che le Guide dei Diplomati siano Servitali di Havona evoluti, ed è l’infallibile tendenza di queste guide e dei loro servitali associati a sviluppare legami così straordinari. Il modo in cui questi supposti ordini separati di esseri si comprendono e simpatizzano l’uno con l’altro è del tutto inspiegabile. È confortevole ed ispirante vedere la loro devozione reciproca.

24:7.8 (271.7) I Sette Spiriti Maestri ed i Sette Direttori Supremi di Potere associati sono rispettivamente i depositari personali del potenziale mentale e del potenziale di potere dell’Essere Supremo che questi non gestisce ancora personalmente. E quando questi associati paradisiaci collaborano per creare i Servitali di Havona, questi ultimi sono coinvolti per inerenza in certe fasi di Supremazia. I Servitali di Havona sono quindi, in effetti, un riflesso nel perfetto universo centrale di certe potenzialità evoluzionarie dei domini del tempo-spazio, che si rivelano allorché un servitale è sottoposto a trasformazione ed a ri-creazione. Noi crediamo che questa trasformazione avvenga in risposta alla volontà dello Spirito Infinito, che agisce indubbiamente per conto del Supremo. Le Guide dei Diplomati non sono create dall’Essere Supremo, ma noi tutti ipotizziamo che la Deità esperienziale sia in qualche modo coinvolta nelle operazioni che portano questi esseri all’esistenza.

24:7.9 (271.8) L’universo di Havona ora attraversato dai mortali ascendenti differisce in molti aspetti dall’universo centrale quale esisteva prima dei tempi di Grandfanda. L’arrivo dei mortali ascendenti sui circuiti di Havona ha dato inizio ad ampie modificazioni nell’organizzazione della creazione centrale e divina, modificazioni indubbiamente avviate dall’Essere Supremo — il Dio delle creature evoluzionarie — in risposta all’arrivo del primo dei suoi figli esperienziali dai sette superuniversi. L’apparizione delle Guide dei Diplomati, insieme con la creazione dei supernafini terziari, è indicativa delle imprese di Dio il Supremo.

24:7.10 (271.1) [Presentato da un Consigliere Divino di Uversa.]





Back to Top